Upstory_blog_banner-content-marketing

Content marketing efficace: i quattro step per una strategia vincente

Oggi circa un terzo del nostro tempo viene utilizzato per fruire di servizi, piattaforme e contenuti online. Durante questo arco di tempo i brand competono tra loro ogni giorno per spingere le persone ad acquistare i loro prodotti. Questo obiettivo viene raggiunto utilizzando gli strumenti che, tradizionalmente, il web mette a disposizione per gli inserzionisti: pre-roll, banner, pop-up che si prefiggono di catturare l’attenzione delle persone spesso in modo invasivo.

Il risultato principale che si ottiene, tuttavia, consiste nel fatto che gli utenti tendono sempre più ad ignorarli. Di fronte all’uso sempre più massiccio dei sistemi di Ad Blocking, che sono cresciuti del 47% nel corso dell’ultimo anno, le aziende fanno sempre più ricorso al content marketing come una delle soluzioni più indicate per garantire maggiore successo alle proprie strategie commerciali, seguite da una maggiore attenzione all’utilizzo dei big data, del mobile e della marketing integration.

In che modo è possibile utilizzare al meglio il content marketing per rafforzare le proprie strategie di advertising? Ecco alcuni consigli pratici.

  1. Fornisci contenuti di valore

I tuoi potenziali clienti sanno perfettamente ciò che vogliono, e capiscono la differenza tra un contenuto che dà loro valore rispetto ad uno che sta semplicemente cercando di reindirizzarli su una landing page. Assicurati sempre di rispettare l’interesse degli utenti, fornendo contenuti di valore perché considerati davvero utili, interessanti o divertenti per il tuo target di riferimento.

  1. Definisci una content strategy multicanale

Come per ogni altra strategia di marketing, il cliente deve essere posto al centro. Occorre sempre identificare le caratteristiche del target di riferimento, i canali da utilizzare, il messaggio più adatto per ogni canale e i want-to buy in occasione dei quali essere presenti con la nostra proposta. In questo modo sarà più facile attrarlo con un contenuto che l’utente considererà davvero rilevante per i suoi interessi.

  1. Coinvolgi i segmenti di audience con i giusti contenuti

Ovviamente, non tutti i potenziali clienti sono uguali e frequentano gli stessi posti. Per questo motivo sarà necessario seguirli nel loro percorso di navigazione online e proponendo loro i contenuti giusti attraverso formati non invasivi rispetto al contesto di fruizione e, dal punto di vista tecnico, anche adatti alle peculiarità del device che stanno utilizzando per vivere la loro esperienza online.

  1. Racconta una storia

Ogni buona campagna di marketing dovrebbe sempre raccontare una storia, o un’esperienza che accompagna il cliente fino all’acquisto del prodotto.

Immaginiamo quante opportunità abbiamo nel poter raccontare tante, diverse storie al nostro potenziale cliente in ogni punto del funnel che lo porta fino all’acquisto finale.

Su ogni possibile touchpoint che lega l’utente al brand è possibile presentare diversi contenuti da distribuire sui vari canali (web, social, mobile), purché questi siano legati insieme da un comune denominatore riferito ai valori del brand/prodotto da promuovere.

Un approccio di questo tipo è quello seguito da SEAT UK, che ha utilizzato una strategia basata su tre specifici step:

  • Ha amplificato contenuti e recensioni sulle auto SEAT attraverso un network di siti publisher;
  • Ha integrato dei pixel di monitoraggio per abilitare il remarketing degli utenti sui vari canali dopo che questi avevano fruito dei contenuti;
  • Ha successivamente proposto agli utenti in target un test drive accompagnato dalla possibilità di fare il download della brochure.

seat-content-marketing

L’integrazione dei contenuti Native nella strategia di advertising è stata, da questo punto di vista, la soluzione più efficace per garantire le migliori performance alla campagna. Questo è il classico esempio di un approccio multicanale, dove ciascun elemento concorre a raggiungere lo stesso risultato: coinvolgere l’utente attraverso la proposta di contenuti utili, rilevanti e non invasivi. Un modello di questo tipo consente di ottenere un conversion rate fino al 50% superiore rispetto ad altri brand che espongono gli utenti a banner e contenuti display tradizionali.

Lascia una risposta

Your email address will not be published / Required fields are marked *